035

Buchpräsentationen

Canale Mussolini
di Antonio Pennacchi

Dott.ssa Fabia Orlandini
Dienstag, 5. April 2011 um 20 Uhr 15
Dante Alighieri Gesellschaft
Gasometergasse 12
9020 Klagenfurt

Canale Mussolini é il nome del canale che é stato asse portante della bonifica delle Paludi Pontini. Si tratta di terreni a sud di Roma inaccessibili e infestati dalle zanzare fino all'inizio degli anni Venti del secolo scorso e trasformati poi dal Fascismo in tempi brevissimi in campi coltivabili da offrire ai contadini dell'Italia settentrionale, che dopo la Grande Guerra non avrebbero avuto di che mangiare. È così che inizia il grande esodo di migliaia di coloni, che lasciano la pianura padana per trasferirsi nella terra promessa dal Fascismo e possedere finalmente case e campi propri. Ed é così che ha inizio lo scontro culturale tra i "cispadani" del nord ed i "marocchini" del sud, popolazioni molto diverse non solo per tradizioni e mentalità, ma anche per usi linguistici, che fino ad allora non erano mai entrate in contatto.
Tra i moltissimi veneti, friulani ed emiliani che scendono nell'Agro Pontino ci sono anche i Peruzzi, eroi di questa saga straordinaria. Il carisma ed il coraggio di zio Pericle li convince a lasciare le terre natie ed a stabilirsi nelle zone appena bonificate. Ciò é possibile grazie alla sua posizione nel Fascio, che riconosce i suoi meriti di audacia e valore, senza però riuscire ad imporgli i propri principi.
Insieme a Pericle si trasferisce l'intera famiglia: il vecchio padre, i fratelli e le sorelle, i cognati, i figli, i nipoti e naturalmente la vecchia madre, che stabilisce le regole in famiglia. Di ognuno di essi Antonio Pennacchi offre un ritratto a volte ironico a volte tragico, ma sempre affettuoso che fa appassionare il lettore alle vicende di questa famiglia e lo guida attraverso mezzo secolo di storia d'Italia.
Attenzione particolare é riservata all'Armida, moglie di Pericle, donna diversa dalle altre contadine e dalle cognate, perché parla con le api e si lascia trasportare da un amore senza riserve, una sorta di strega. E a Paride, il nipote prediletto, buono, bello e giusto, ma desti-nato, come l'eroe di cui porta il nome, a essere causa della sfortuna che colpirà i Peruzzi e li travolgerà.
Definito "un'autentica epopea, un grande romanzo italiano", "Canale Mussolini" dipinge il quadro di tre generazioni non di una sola famiglia del ferrarese, ma di migliaia di altri italiani che hanno vissuto la stessa grande storia.

Zum Titelblatt  

Zur Biographie